(FRAZ. CASCIA - PERUGIA - ITALIA)

 

 

NEL PRESEPE

Ne presepe è nato Cristo io lo credo ma non l’ho visto
ma vi dico cose nove fra d’un asino ed un bove.

I  pastori fanno festa che per causa manifesta
quando l’era forestiera solo Erode si dispera.

Nel timore del suo regno tutta rabbia e tutto sdegno
concertò dagli indovini fece uccidere i bambini.

Questa nostra canzonetta qualche cosa a noi ci aspetta
se felici ci vorrete qualche cosa ci darete.

O una pecora o un’agnella o una coscia di vitella
ma sarebbe meglio speso un prociutto di buon peso.

E sarebbero anche buoni un bel paio di piccioni
quattro dolci e dodiciova tutta robba che si trova.

Vi lasciamo del buon anno Pasquarella e capod’anno.